Rca auto, in arrivo sconti per il 2016

Uno dei problemi che maggiormente si presenta nel settore assicurativo è quello legato alla disparità di trattamento tra i vari automobilisti. Quello indisciplinato che nel corso del tempo ha causato numerosi sinistri viene punito con un aumento della polizza e del premio.
Quelli invece virtuosi nel corso di questi anni hanno visto il loro premio mantenersi stabile, sostanzialmente le compagnie assicurative, causa i numerosi sinistri che accadono e le frodi nel comparto assicurativo, hanno mantenuto il premio dell’automobilista virtuoso stabile non applicando alcun tipo di sconto.
Insomma la persona attenta alla propria guida paga lo scotto di dover contribuire a pagare il comportamento indisciplinato dell’automobilista che causa incidenti. Questo almeno è stato il mercato assicurativo per tutto il 2014 e anche per il 2015.
Il 2016 invece sembra partire con un piede decisamente diverso, saranno applicati degli sconti sostanziali a quegli automobilisti virtuosi che non hanno causato incidenti nel corso degli anni passati. Finalmente chi paga il proprio premio assicurativo e non causa incidenti avrà delle riduzioni obbligatorie.
Queste saranno direttamente applicate dalle varie compagnie assicurative, si potranno avere sconti in polizza se l’automobilista decide di installare sul proprio mezzo la famosa scatole nera o in alternativa se ci sono dei rilevatori del tasso di alcol presente nel sangue.
Saranno applicati sconti anche per quegli automobilisti che hanno la clausola della guida esclusiva, l’intestatario del mezzo si dovrà però impegnare a non prestare il mezzo ad altri. La previsione è anche quella di cercare di superare le varie disparità assicurative che riguardano le regioni italiane.
Ancora oggi le persone che vivono nelle zone del sud del paese, pagano un premio assicurativo decisamente più elevato rispetto a quelli che vivono nelle zone del nord del paese. Il 2016 si annuncia anche come l’anno della lotta decisa alle frodi assicurative e ai falsi testimoni.

Al via la rivoluzione digitale per le assicurazioni auto

L’assicurazione auto è uno dei capitoli di spesa che in assoluto pesa di più nelle tasche degli italiani, ogni anno al momento del rinnovo è difficile scegliere una compagnia rispetto ad un’altra, sopra ogni altra cosa pesa il costo che andremo a sostenere.
Uno dei problemi con i quali da sempre l’automobilista medio si confronta è quello legato alla parte cartacea dell’assicurazione. Nel momento in cui si rinnova la polizza c’è sempre una parte cartacea che viene richiesta dalla compagnia e che l’automobilista deve conservare pena una sanzione amministrativa.
Da molti anni in Italia c’è una norma che riguarda l’obbligo di esporre il tagliando dell’assicurazione auto sul vetro della macchina. In mancanza di questo requisito minimo, il vigile o le relative forze dell’ordine che devono verificare, possono elevare una sanzione amministrativa in forma di contravvenzione.
Ora sembra proprio che le cose debbano cambiare, infatti è in atto una rivoluzione di carattere digitale e tecnologico che porterà verso l’abolizione del tagliando cartaceo. In pratica l’automobilista non dovrà più esporre il tagliando rischiando di vedersi applicata una sanzione di carattere amministrativo.
Il Pubblico Registro Automobilistico dal 5 ottobre ha iniziato a rilasciare il documento solo in forma digitale. Il proprietario del mezzo avrà a sua disposizione una ricevuta nella quale ci sarà anche il codice di accesso.
In questo modo potrà direttamente visionare il tagliando online. Cerchiamo ora di capire in che modo la polizia e le forze dell’ordine in generale potranno effettuare dei controlli al mezzo. Una volta rinnovata la polizza, la compagnia assicurativa dovrà inoltrare i documenti alla banca dati creata dall’ Ania denominata Sita.
Dal sistema Sita i dati confluiranno direttamente nei data base della Motorizzazione civile, in questo modo, potendo avere a disposizione tutti i dati dei vari veicoli immatricolati.