Viaggio in auto: perchè non noleggiarla?

Spesso, quando programmiamo un viaggio in macchina, non prendiamo in considerazione la possibilità di noleggiare un’auto. Questo ci permette non solo di poter progettare itinerari articolati, potendo ritirare o lasciare l’auto in punti diversi, ma di provare anche l’ebrezza di guidare modelli di auto particolari. Ad esempio, in estate, una stupenda decappottabile dalla quale scattare delle foto meravigliose.

Però stiamo attenti ad alcune cose quando si va a noleggiare un’auto.

Quando si noleggia un’auto, l’assicurazione potrebbe non coprire tutti i servizi che noi invece riteniamo automaticamente tutelati in base a quella che è la nostra esperienza ed all’opinione comune. È molto importante prima di noleggiare un’auto, capire in che modo la copertura assicurativa sia garantita da quel tipo di contratto, soprattutto se si tiene in considerazione il fatto che potrebbe capitare un incidente proprio nel momento in cui si usufruisce dell’automobile. Bisogna avere a portata di mano tutte le informazioni utili, e gestire la situazione in caso di sinistro.
È molto importante tenere a mente quali sono i parametri su cui valutare il tipo di contratto. Innanzitutto, la franchigia ed il massimale. La prima, fa capire quanto il conducente dovrà pagare in caso di incidente, mentre invece il massimale rappresenta l’ammontare massimo che la compagnia assicurativa paga, per quel determinato tipo di contratto, in caso di incidente. Oltre a questi due parametri non bisogna mai dimenticare che la copertura della Rc auto, è diversa da paese in paese e di conseguenza bisogna verificare nel paese di riferimento, cosa copre l’assicurazione auto in merito ai danni a terze persone, oppure a cose, per proprie responsabilità.
Molto spesso per le auto noleggio, viene proposta la Damage Access Refund. Questo tipo di copertura permette a chi noleggia l’auto, di avere la garanzia di coprire tutti i danni al veicolo che quindi, sarebbero rimborsati e per questo, la franchigia, è minima o inesistente. Spesso questo tipo di copertura non è possibile attivarla sulle auto di lusso a noleggio, e non copre i danni derivanti da un uso improprio dell’auto, attraverso la guida pericolosa, oppure sotto l’effetto di alcolici e stupefacenti. In altri casi, ci sono le assicurazioni personali che invece coprono danni causati da un incidente a guidatore e ai passeggeri. Un altro tipo di assicurazione è la Kasco che copre i danni subiti alla propria auto, ma soltanto con determinate condizioni. Si tratta di un’assicurazione completa. Agli altri tipi di assicurazioni negli Stati Uniti, spesso viene preferita la Third Party Insurance, che però ha un massimale non particolarmente alto e che quindi spesso fa presente la possibilità di sottoscrivere un’assicurazione extra. Ci sono anche altre garanzie da prendere in considerazione, quando si fitta una macchina, come ad esempio l’assicurazione da furto o da atti vandalici.

Con tutti gli accorgimenti che vi abbiamo elencato potrete godere di un’auto a noleggio con tutta tranquillità e vivervi un viaggio davvero indimenticabile. Se al vostro rientro volete stampare foto su carta vi segnaliamo il fantastico servizio online di Cewe, una delle migliori aziende di settore.

Noleggio auto, perché conviene?

Noleggiare una vettura a lungo termine al giorno d’oggi sta diventando di gran lunga più conveniente che averne una totalmente di proprietà.

 

In un primo momento riservato solo alle aziende per le flotte aziendali, ma ora sempre più esteso anche e soprattutto a clienti privati, il noleggio a lungo termine non è altro che la stesura di un contratto tra una società specializzata nel settore e un cliente che per un determinato periodo di tempo (da un minimo di un anno fino a un massimo di cinque) entrerà in possesso di una vettura, che però non arriverà mai a diventare a tutti gli effetti la sua.

 

Il grande beneficio che offre il noleggio è che tutte le spese per l’automobile, ordinarie e straordinarie, sono comprese nella rata da pagare ogni mese stabilita all’inizio, quindi il cliente che andrà ad utilizzarla, per tutta la durata del contratto, non avrà ulteriori spese al di fuori di quella precisa somma, anche in caso di guasti del motore o di qualsiasi altra parte del veicolo, incidenti o danni simili di ogni altra natura.

La convenienza maggiore in tutto ciò è che compreso nel prezzo c’è anche il canone assicurativo. In genere l’assicurazione di base che tutti i noleggiatori di automobili prevedono al momento della stipulazione dei loro contratti è la Kasko. Questa copre da tutti i fattori che potrebbero arrecare danno all’auto: furto, incendio, calamità naturali, incidente, atti vandalici.

 

Possiamo trovare poi un altro tipo di assicurazione, che nel caso di noleggio a lungo termine è necessaria, anche se ad oggi le società che la includono nella rata mensile sono ancora poche, ed è la copertura PAI. Tale PAI, acronimo di Assicurazione Personale Infortuni, si occupa dei danni arrecati alla persona durante il viaggio.

 

Tutela, infatti, l’incolumità del conducente e dei passeggeri assicurando cure mediche anche d’urgenza in caso di danni o incidenti avvenuti all’interno della vettura in questione; interviene anche in caso di morte accidentale. Inoltre, molte società di autonoleggio includono nel contratto anche la polizza RC Auto che prevede il pagamento di danni causati dal suddetto veicolo noleggiato ad altri.
Dunque è chiaro come il noleggio a lungo termine sia senza dubbio molto più vantaggioso e decisamente più conveniente dell’acquisto di automobili nuove o usate ma comunque proprie, perché include formule assicurative che in caso di auto di proprietà sono considerate solamente aggiuntive o eventualità poco comuni, permettendo anche di risparmiare notevolmente.