Archivio mensile:maggio 2013

Polizza furto e incendio per moto e auto

 

Quando si stipula una assicurazione moto (o anche auto) è possibile inserire una garanzia aggiuntiva che copra altri rischi, come la polizza furto incendio. La polizza furto e incendio risarcisce il contraente per i danni (materiali e diretti) subiti in caso di furto o incendio del mezzo, di solito sia nel caso di furto totale che in quello parziale.

Sai quanto puoi risparmiare sulla tua assicurazione auto?
Oggi puoi in 1 minuto confrontare rapidamente 18 assicurazioni e trovare la meno cara!

Risparmia sulla tua assicurazione restando informato: fai MI PIACE e consiglia agli amici!

Tra i danni coperti dalla polizza furto e incendio ci sono ad esempio:

  • La copertura contro il furto tutela il mezzo, la moto per i danni derivanti oltre che dal furto vero e proprio, anche da tutti i tentativi di furto o di scasso non riusciti, fino alla totale distruzione del mezzo. Le polizze furto risarciscono il furto di ogni singola parte della moto, escludendo gli oggetti che si trovano all’interno del mezzo (nel bauletto ad esempio), né il loro furto specifico (il caso cioè in cui l’oggetto che si trova all’interno del mezzo “il casco nel bauletto o nel sottosella ad esempio”, viene rubato, ma non viene rubata la moto o lo scooter), né del loro furto se erano nel mezzo quando questo è stato rubato. Sia il premio che l’indennizzo che l’assicurazione pagherebbe nel caso di furto vanno calcolati in base al valore di mercato della moto nel momento in cui questa viene assicurata. Questo valore viene rinegoziato di anno in anno, ad ogni rinnovo della polizza, ed è destinato a calare proprio in modo direttamente proporzionale alla svalutazione di mercato dello stesso mezzo.
  • Sai quanto puoi risparmiare sulla tua assicurazione auto?
    Oggi puoi in 1 minuto confrontare rapidamente 18 assicurazioni e trovare la meno cara!

  • Le polizze contro l’incendio del veicolo, tutelano il contraente dai danni causati alla propria moto oltre che dagli incendi anche dagli altri eventi legati al fuoco, come scoppi, fulmini, anche dovute a cause interne come corto circuiti o surriscaldamento del motore. Sono escluse dalla copertura assicurativa tutti gli oggetti contenuti nel mezzo (nel sottosella o nel bauletto ad esempio). Il risarcimento fa riferimento, come nel caso del furto, al valore commerciale della moto al momento dell’incendio. E’ necessario aggiungere poi che questa polizza come per quella legata al furto, differenzia distruzione (che prevede il risarcimento di tutto il valore della macchina) e danneggiamento (che prevede il pagamento all’assicurato del solo valore delle parti danneggiate). La polizza non copre gli incendi causati con dolo o con colpa dall’assicurato o da suoi congiunti. Per calcolare il premio aggiuntivo di questa polizza accessoria si deve partire dal valore commerciale del veicolo assicurato (estratto dalla fattura di acquisto se nuovo, dalle quotazioni di società o riviste specializzate se usato come Eurotax o Quattroruote) e ad esso si applica una tariffa, in valore assoluto, da moltiplicare per ogni migliaia di euro di valore dell’auto assicurata.

Sai quanto puoi risparmiare sulla tua assicurazione auto?
Oggi puoi in 1 minuto confrontare rapidamente 18 assicurazioni e trovare la meno cara!

Risparmia sulla tua assicurazione restando informato: fai MI PIACE e consiglia agli amici!

Xperia Z, Huawei Ascend p2 e Optimus G ecco le caratteristiche!

Nel seguente articolo vi andremo a descrivere 3 ottimi smartphone di tutto rispetto, vi stiamo parlando del tanto acclamato dispositivo della casa produttrice Sony, l’ Xperia Z, Ascend p2 di Huawei e per concludere il tanto discusso Optimus G.

Il primo di cui vi parliamo è l’ Xperia Z, considerato da tutti un ottimo prodotto, con esso avrà diverse caratteristiche molto importanti, che ora molto brevemente vi andremo a descrivere: Cpu targata Qualcomm a 4 core che andrà alla velocità di 1.5Ghz, memoria ram da ben 2GB, memoria di archiviazione da 16GB che potrete ampliare tramite l’ ausilio di una classica microSD, due fotocamere, una posteriore da 13.1 megapixel per foto ad alta qualità, e una anteriore, display in alta definizione dalla grandezza di 5 pollici WI,FI,Bluetooth,GPS, piattaforma Android in versione 4.1.2 Jelly Bean e per concludere una buona batteria da 2.330 mAh. Il costo è di 639 euro, tutto sommato un prodotto eccellente. Passando invece all’ Huawei Ascend P2, avrà con esso il sistema operativo sempre Android Jelly Bean 4.1, schermo con una diagonale di 4.7 pollici e tecnologia Ips e Corning Gorilla Glass 2 risoluzione in alta definizione di 1280×720 pixel, processore quad-core targata K3V2 dalla velocità di calcolo di 1.5Ghz, ram da 1GB, archiviazione da 16, due fotocamere, una posteriore da 13 megapixel e una anteriore da 1.3 molto utile per le videochiamate,WI-FI,GPS e per finire batteria da 2.420 mAh. Un prodotto abbastanza buono con delle discrete caratteristiche. Ultimo dispositivo è l’ Optimus G: che avrà con se sempre la piattaforma Android versione 4.1 Jelly Bean, display con un ampiezza di 5.5 pollici e risoluzione in HD, processore a 4 core modello sempre Qualcomm Snapdragon S4 Pro APQ8064 con una velocità di elaborazione di 1.7Ghz, ram da 2GB, archiviazione di 32GB che potrete ampliare con una scheda SD, due fotocamere, una posteriore da 13 e una anteriore da 1.2 e per finire un’ ottima batteria da 3.140 mAh, per uno smartphone di tutto rispetto.

Quale dei tre preferite??