Archivio mensile:settembre 2013

Assicurazione auto detraibile, ecco i nuovi limiti

 

Come tutti sicuramente sapete esiste una quota dell’RC Auto obbligatoria che viene versata direttamente al Servizio Sanitario Nazionale (SSN), quota che serve per coprire le spese mediche a seguito di un incidente stradale. Fino a qualche tempo il contributo SSN poteva vantare della detrazione IRPEF al 19% qualunque fosse il suo valore. Oggi la situazione è invece cambiata a seguito della messa in atto della riforma Fornero.

Sai quanto puoi risparmiare sulla tua assicurazione auto?
Oggi puoi in 1 minuto confrontare rapidamente 18 assicurazioni e trovare la meno cara!

Dopo la riforma Fornero la detrazione IRPEF al 19% è disponibile infatti solo in quei casi in cui il contributo SSN superi il valore di 40 €. Coloro che spendono una quota minore a 40 € non hanno più diritto quindi ad alcun tipo di detrazione. Questo significa che coloro che hanno una polizza particolarmente vantaggiosa, particolarmente economica, non possono detrarre alcuna spesa, cosa questa che va ovviamente a discapito delle persone economicamente più deboli che invece di questa detrazione avrebbero bisogno. Non solo, considerate infatti che la detrazione viene calcolata solo sull’eccedenza, solo sul valore che va oltre i 40 € quindi. Anche coloro che possono accedere alla detrazione non otterranno più quindi vantaggi economici intensi e significativi.

Sai quanto puoi risparmiare sulla tua assicurazione auto?
Oggi puoi in 1 minuto confrontare rapidamente 18 assicurazioni e trovare la meno cara!

Ma cerchiamo di capire in cifre che cosa significhi tutto questo. Considerate che il contributo per il Servizio Sanitario Nazionale è pari al 10,50% del prezzo della polizza RC Auto. Questo significa che solo coloro che hanno un premio assicurativo maggiore a 380,92 € possono raggiungere la detrazione in quanto arrivano a pagare un prezzo maggiore a 40 €. Secondo le statistiche quindi addirittura il 51% degli automobilisti italiani perderà il diritto alla detrazione, automobilisti che vivono in modo particolare nelle regioni della Calabria, Campania, Friuli Venezia Giulia, Puglia, Trentino Alto Adige. Una situazione piuttosto disastrosa per le tasche degli italiani già piuttosto tragiche a causa della crisi economica non vi pare?

Sai quanto puoi risparmiare sulla tua assicurazione auto?
Oggi puoi in 1 minuto confrontare rapidamente 18 assicurazioni e trovare la meno cara!

Risparmia sulla tua assicurazione restando informato: fai MI PIACE e consiglia agli amici!

Alla scoperta dell’assicurazione per le auto Gpl

L’acquisto di un’automobile a Gpl è un’acquisto che può essere considerato davvero molto green, si tratta di automobili che infatti hanno un basso impatto sull’ambiente in cui viviamo visto che non rilasciano nell’aria le tanto temute polveri sottili che, è giusto ricordarlo, non sono in realtà nemiche solo dell’ambiente ma anche della nostra stessa salute.

Sai quanto puoi risparmiare sulla tua assicurazione auto?
Oggi puoi in 1 minuto confrontare rapidamente 18 assicurazioni e trovare la meno cara!

Risparmia sulla tua assicurazione restando informato: fai MI PIACE e consiglia agli amici!

Acquistare un’automobile a Gpl porta con sé anche indubbi vantaggi economici visto che i costi del Gpl sono davvero molto bassi rispetto ai costi della benzina e anche del diesel. Pensate infatti che il costo di un litro di Gpl si aggira intorno ai novanta centesimi di euro contro la benzina che è arrivata a toccare anche i due euro per litro, un grande risparmio non vi pare? Non solo, dovete infatti ricordare che il Ministero dell’Ambiente ha deciso di mettere in atto degli incentivi sul Gpl proprio per cercare di incoraggiare l’acquisto di questa tipologia di veicoli. Pensate che per il 2013-2014 coloro che acquistano un’automobile a Gpl hanno diritto ad un contributo pari al 20% del prezzo del veicolo. Per il 2015 il contributo dovrebbe scendere al 15%, ma si tratta comunque di un contributo importante.

Sai quanto puoi risparmiare sulla tua assicurazione auto?
Oggi puoi in 1 minuto confrontare rapidamente 18 assicurazioni e trovare la meno cara!

E per quanto riguarda la polizza assicurativa? In questo caso non si registrano divari importanti tra le polizze assicurative per le auto a Gpl e le polizze per le auto a diesel o a benzina. C’è la possibilità però che in questo caso il risparmio in realtà non ci sia, che anzi le auto a Gpl comportino delle spese di assicurazione un po’ più elevate. Si parla del fatto che queste automobili vengono utilizzate più delle altre visto che possono circolare liberamente anche quando vengono messi in atto i blocchi del traffico. Solo alcune compagnie però applicano polizze più salate, nel resto dei casi la tipologia di alimentazione sembra non influire affatto sulle tariffe dell’assicurazione.

Sai quanto puoi risparmiare sulla tua assicurazione auto?
Oggi puoi in 1 minuto confrontare rapidamente 18 assicurazioni e trovare la meno cara!

Risparmia sulla tua assicurazione restando informato: fai MI PIACE e consiglia agli amici!