Archivio tag: assicurazione auto

Perchè non dovresti guidare senza assicurazione

Con la crisi che continua a mordere, sono purtroppo sempre di più coloro i quali continuano a guidare il proprio veicolo, sebbene l’assicurazione sia scaduta da un pezzo. I numeri, secondo quello che ci raccontano le polizie locali e la motorizzazione civile, sono fuori controllo.

 

Ma quali sono i pericoli collegati al guidare senza assicurazione? Conviene davvero tentare la fortuna sperando che nessuno ci becchi?

 

Non proprio, perché le pene nel nostro paese sono particolarmente alte per chi si dovesse far beccare alla conduzione di un veicolo sprovvisto di regolare RCA, vediamole insieme.

 

Chiunque venga trovato alla guida di un veicolo senza RCA viene multato per una cifra variabile, che va da poche centinaia di euro fino a qualche migliaio.

 

Si tratta di sanzioni piuttosto salate, che stanno proprio a sottolineare l’estrema attenzione del legislatore nei confronti di una problematica, quella della guida senza assicurazione, sempre più comune nel nostro paese.

 

In aggiunta alla sanzione pecuniaria, è previsto anche il sequestro dell’autovettura.

 

Per rientrarne in possesso, il proprietario come da libretto dovrà prima procedere a pagare la multa di cui vi abbiamo parlato sopra, poi a saldare le, anche queste salatissime, spese di trasporto e custodia dalla macchina.

 

Saldate tutte le incombenze, sarà obbligato a stipulare una RCA per almeno 6 mesi.

 

Le cose si fanno ancora più gravi se chi guida senza assicurazione viene coinvolto in un incidente.

 

Nel caso in cui sia colpevole, dovrà infatti risarcire tutti i danni alle cose e alle persone causate dalla sua condotta. In aggiunta alla necessità di coprire queste spese, subirà anche le pene pecuniarie e accessorie di cui abbiamo parlato poco fa.

 

E non è finita qui, perché chi guida senza RCA è escluso dal risarcimento in caso di incidente anche nel caso in cui non fosse la parte ritenuta colpevole.

 

Pene molto severe, che dovrebbero farvi riflettere ancora una volta prima di prendere una decisione del genere, pericolosa per voi, per le vostre finanze, e per gli altri.
Quindi prima di rischiare una “brutta fine” meglio andare in una delle tante compagnie, affidarsi ad un broker assicurativo oppure scegliere tra le tante proposte disponibili online per sottoscrivere la giusta polizza assicurativa.

Assicurazione auto: non si tratta di solo prezzo

Molto spesso trattando di assicurazione auto, si tende a parlare di risparmio e quindi di prezzo: scelgo l’assicurazione per praticità, quindi rinnovo tacitamente la copertura che già possiedo con risparmio di tempo, oppure faccio una comparazione e scelgo la più economica, con risparmio di soldi. Raramente mi verrà in mente di confrontare le coperture e ancora più raramente mi fermerò a valutare il servizio offerto o cercare opinioni nel merito di: cortesia degli intermediari o degli operatori dell’assistenza clienti, facilità con cui posso denunciare un sinistro o velocità con cui posso ottenere la liquidazione dopo un incidente, per esempio in caso di indennizzo diretto.

A ben guardare, potrebbero essere diversi gli aspetti in grado di incidere sulla mia scelta o che perlomeno dovrei tenere in considerazione per effettuare una scelta consapevole, ma è evidente che l’acquisto di una polizza auto finisce per polarizzarsi sugli aspetti che determinano comodità e risparmio. E poco altro.

D’altro canto, la percezione diffusa è che l’assicurazione auto rappresenti poco più di una tassa a cui non possiamo sottrarci, di conseguenza al consumatore medio mai verrebbe in mente di poter ottenere un effettivo servizio a fronte del corrispettivo pagato. La tendenza, dicevamo, sta nel dare per scontato che tutto andrà per il meglio e che non dovendo ricorrere a nessun tipo di servizio o intervento da parte della compagnia che ci offre la copertura assicurativa, avrebbe ben poco senso non scegliere l’assicurazione che costa di meno e stop. Ma è davvero così? E’ corretto pensare che in questo genere di mercato i prodotti abbiano tutti il medesimo valore a prescindere dal prezzo?

Quando acquisto un’auto o un cellulare, mi piace poterne scegliere il modello, la linea, le prestazioni, eventualmente personalizzarne gli optional e gli accessori. Idem se acquistassi un abbonamento o un altro genere di servizio, cosa che invece più raramente accade per l’assicurazione. Accade così che rispetto a un po’ di anni addietro, sempre di più stanno mutando le abitudini di acquisto e stanno crescendo le quote di mercato delle assicurazioni dirette. A favorire questa transizione ha cooperato in larga parte la diffusione di internet che è passato da canale di svago e di intrattenimento o per il reperimento delle informazioni a mezzo sempre più interessante e affidabile anche in fatto di acquisti di beni necessari. Ora molti indizi fanno pensare a cambiamenti sostanziali anche per gli acquisti in ambito assicurativo: gli utenti si rivolgono con fiducia alle compagnie dirette, le quali dopo un primo posizionamento molto focalizzato sul miglior prezzo ora provano a erodere quote di mercato alle compagnie tradizionali anche sulla base del servizio offerto, attraverso migliori garanzie e polizze sempre più personalizzabili.