Archivio tag: calcolo assicurazione

Assicurazioni auto: gli italiani sono abbastanza disinformati

Facile.it ha messo in luce un dato incontrovertibile: gli italiani sanno veramente poco del nuovo Decreto legge sulle liberalizzazioni. Per arrivare a questo sono stati intervistati circa 300 italiani che stanno per rinnovare la polizza auto. A questi ultimi è stato chiesto quanto sanno di questo decreto e se sono a conoscenza degli effetti che tali direttive avranno sugli automobilisti. Il 51% del panel preso in considerazione ha dichiarato che non sa abbastanza in merito e il 35% ammette di non saperne proprio nulla. C’è una sostanziale disinformazione che è abbastanza grave anche alla luce del fatto che i cambiamenti che stanno per essere apportati portano non pochi cambiamenti, anche abbastanza incisivi. Tuttavia, ci sono dei punti del decreto che i più informati apprezzano non poco. Tra le novità più apprezzare ci sono quelle che promettono di abbattere i costi e quelle che volgiono arginare il fenomeno delle truffe. Anche la possibilità di installare una “scatola nera” che registri i dati dei sinistri, è apprezzata se può fare ottenere uno sconto sulla polizza. Il 25% del campione preso in esame apprezza anche l’invito a rivolgersi a carrozzerie e meccanici autorizzati dalla compagnia assicuratrice. Ma qual è il cambiamento che più fa storcere il naso? Facile: l’abolizione del risarcimento per le microlesioni, come il celebre colpo di frusta, se non certificate da personale medico. Insomma innanzitutto l’educazione dovrebbe iniziare dalla scuola guida per un corretto comportamento stradale.

Ancora caro carburanti e caro assicurazioni auto: a Sud è record

Il monitoraggio quotidiano offerto da quotidianoenergia.it e Staffetta Quotidiana non lascia adito a dubbi: il caro carburanti non si arresta, anzi il prezzo dei carburanti vola toccando cifre record mai viste prima e lo fa soprattutto al sud. Questo si va ad aggiungere ai ricari delle assicurazioni auto. Volendo presentare un quadro dettagliato della situazione dopo che ieri IP ha aumentato di un centesimo sia benzina che diesel, possiamo dire che la Eni ha aumentato il prezzo raccomandato della verde di 0,8 centesimi, mentre quello del gasolio di 1 centesimo. Q8 e Tamoil hanno invece aumentato di 0,5 centesimi tutti e due i prodotti, mentre TotalErg ha aumentato di solo 0,3 centesimi. Non si esime dai rincari neppure la Esso con un +0,1 centesimi, con la verde a 1,627 euro/litro e il diesel a 1,508 euro per litro. Per quanto riguarda la media nazionale per la benzina si passa oggi dall’1,628 euro a litro degli impianti Esso all’1,640 euro di quelli IP, mentre i no-logo sono in discesa e si attestano  a 1,545. Il diesel, invece, va dall’1,505 euro a litro dei punti vendita Esso sino all’1,518 euro/litro degli impianti. La situazione peggiore è al  Sud dove sia la benzina e gasolio raggiungono i picchi di 1,687 e 1,538 euro/litro.