Archivio tag: trading

Perché 24option è un ottimo broker di opzioni binarie

24option nasce come piattaforma di broker nel lontano 2009 e fin dagli esordi si propone come una delle più serie e vincenti piattaforme per il trading on line. 24option fa parte di TechFinancial e il minimo di deposito che si deve versare per iniziare a lavorare è di 250 euro. La sede legale della società è a Cipro e la lingua di gestione è l’italiano. Il minimo trade è di 24, mentre il bonus raggiunge il 50%, il numero degli assets supera i 100. Il demo account è fornito su richiesta dopo il deposito che può avvenire con carta di credito, con bonifico bancario, Moneybookers o CashU.

Dopo avere brevemente introdotto la piattaforma veniamo a spiegare perché 24option è un ottimo broker di opzioni binarie. Numerose recensioni raccolte nel web e il fatto che la società esiste attivamente dal 2009 provano che 24option è una piattaforma seria e della quale le persone che lavorano con il trading on line possono realmente fidarsi. La prima garanzia sull’affidabilità del broker risulta dalla licenza CySec con numero 207/13 e il sito, come abbiamo notato, possiede un indirizzo sicuro e confermato in terra di Cipro.

Secondo molte opinioni su 24option può essere considerato fra i primi che hanno scelto di operare con le opzioni binarie al mondo per numero di clienti e la piattaforma offre un servizio in lingua italiana e in altre 27 lingue internazionali. Una riprova del fatto che si tratta di una piattaforma affidabile può essere ricercata anche nella collaborazione come sponsor con la società italiana Juventus Calcio. Ogni sospetto di truffa legato al portale è quindi fugato, poiché si tratta di un servizio di fiducia che dispone anche di una importante sezione di assistenza alla clientela.

Essendo nata nel 2009, 24option può essere considerata una pioniera del settore finanziario on line e la regolamentazione è arrivata come è accaduto con tutte queste società con la legge del 2013, che ha contribuito a rendere più solido il marchio. La società offre rendimenti che vengono considerati ‘degni di nota’ dagli operatori e per alcuni assets si arriva fino all’87%, mentre per i clienti di tipologia VIP è possibile migliorare in media di 2 o 3 punti percentuali. Di base il rendimento medio dei professionisti che operano nella piattaforma si aggira sull’82%. Se si analizza il rendimento legato alle opzionionetouch, il rendimento raggiunge anche vertici del 250%.

La particolarità di 24option è che la piattaforma web-based è nativa della società TechFinancial. Si tratta di una piattaforma semplice, ordinaria e molto povera di pubblicità, quindi in linea alle richieste di alto livello. Questa caratteristica permette a 24option di essere valutata positivamente dai professionisti che la usano. Un’altra caratteristica che ne decreta il successo va ricercata nell’organizzazione delle scadenze, che prevedono passaggi a 30, 60, 120 e 300 secondi fino a scadenze più lunghe di alcune ore oppure a fine giornata.

Si tratta di caratteristiche positive, che legate alla facilità di impiego, all’assistenza continua e fornita in italiano e alle caratteristiche di deposito minimo e trade minimo, assolutamente nella norma, contribuiscono a decretarne il successo a livello internazionale.

Guadagnare con il forex: le perdite vanno gestite

 

Guadagnare nel trading forex non è semplice come possa sembrare inizialmente, i guadagni, anche se arrivano subito in alcuni casi, possono essere spazzati via in un baleno, basta infatti che qualcosa vada storto e si rischia di perdere tutto il capitale guadagnato. Un buon trader deve quindi tenere a freno l’avidità, la voglia di fare tutto e subito, senza rischi o magari rischiando più del dovuto.

Molti credono che con il trading nelle valute si possa diventare ricchi, in effetti ci sono trader che si sono arricchiti e anche bene, ma per la gran parte delle persone non funziona così: si prova, si vince poi, improvvisamente, come un fulmine a ciel sereno, si perde tutto il guadagno o, nel casi peggiori, si perde tutto il capitale.

PERCHÉ ACCADE

Il motivo é semplice e riguarda più che la tecnica l’aspetto psicologico o se vogliamo emotivo del trading. Fare trading richiede sia conoscenze (analisi tecnica, fondamentale etc) sia pratica, il che significa sperimentare le perdite.

La perdita arriva prima o poi per tutti, la si deve quindi aspettare perché prima o poi bussa alla porta, anche se la casa é quella di un trader professionista. La perdita o le perdite vanno gestite così come si gestiscono i guadagni, allo stesso identico modo. L’unica differenza é che una perdita non si accetta facilmente, quindi, diventa difficile da gestire non da un punto di vista pratico, ma da un punto di vista emotivo.

Si tende quindi a continuare a sbagliare, senza accorgerei che una perdita é esattamente come una malattia degenerativa: se la si prende in tempo la si cura e poi si prosegue, se la si trascura si aggrava. Le perdite vanno sempre bloccate o, come si usa dire in gergo: tagliate. Se si tagliano le perdite e si lasciano corre i profitti ci si può arricchire, altrimenti la strada per il fallimento é assicurata.