GTCM Opinioni e Recensioni – Ecco la verità!

Negli ultimi anni il mondo del trading è stato completamente stravolto dalle novità. Moltissimi broker sono nati e si sono inseriti prepotentemente sul mercato.

Per questo motivo è diventato molto difficile capire, soprattutto per un neofita, quali sono le aziende serie di cui ci si può fidare, e quali sono invece i portali meno affidabili.

Oggi vogliamo parlarvi di GTCM, cercando di elencarvi quelle che sono le caratteristiche del sito.

Prima di iniziare tuttavia vi vogliamo ricordare che la prima cosa da guardare quando si decide di investire nei mercati finanziari tramite un broker è quello di verificare se rispetta o meno le normative europee.

Nel caso di GTCM, per esempio, le norme vengono assolutamente rispettate.

GTCM: chi sono

GTCM è l’acronimo di Global Trading Capital Market. È una piattaforma facente parte della Depaho Ltd, una società finanziaria cipriota che opera sotto licenza CySEC.

GTCM rispetta tutte le normative promulgate dall’ ESMA (European Securities and Markets Authority). Questo dato è molto importante, perché aderendo ai regolamenti europei, l’investitore gode di maggiori garanzie circa il proprio capitale depositato e non rischia di incorrere in truffe orchestrate per rubare soldi ai meno esperti.

Caratteristiche della piattaforma

Prima di tutto bisogna dire che all’interno delle piattaforme offerte da GTCM è possibile investire in tutti i mercati finanziari: Forex, Indici, Materie prime e Azioni.

Le piattaforme messe a disposizione funzionano su tutti i dispositivi. Potrete scaricarvi il software direttamente sul vostro computer o cellulare o, se preferite, operare direttamente online tramite browser.

Altro dato da tenere a mente è che la piattaforma mette a disposizione moltissimi strumenti e indicatori, tutti personalizzabili, che vi aiuteranno in modo decisivo durante le vostre operazioni.

Le tipologie di conto che puoi aprire su GTCM

Su GTCM sono disponibili due principali tipologie di conto: il conto come privato e il conto come professionista. Questa seconda categoria comprende i professionisti del settore, quindi se non avete i capitali e l’esperienza il nostro consiglio e di non provare nemmeno a iscrivervi; sarebbe una perdita di tempo.

Se invece avete intenzione di aprire un conto privato dovete tenere a mente che questa tipologia di conto si divide a sua volta in molto sottocategorie.

Tale suddivisione dipende unicamente dall’ammontare del deposito che avete intenzione di fare.

La leva, i costi e le commissioni

Prima di tutto specifichiamo che cos’è la leva: è un moltiplicatore grazie al quale sarete in grado di investire una quantità di denaro molte volte superiore alla vostra effettiva disponibilità economica. 

Che leva sarà presente sul sito? Ovviamente dipende dalla categoria dell’account: 1:30 per i non professionisti e 1:200 per i professionisti.

Per quanto riguarda invece i costi e le commissioni, si fa riferimento unicamente allo Spread, ovvero alla minima differenza tra prezzo di acquisto e di vendita di un titolo. Anche in questo caso, a seconda della tipologia di conto potrete contare su sconti sui tradizionali Spread. 

Gli strumenti messi a disposizione da GTCM

Uno degli aspetti che differenzia GTCM dai suoi competitor è la presenza di numerosi strumenti, che potranno essere utilizzati sia in fase di analisi che durante la fase operativa vera e propria.

L’autochartist è un algoritmo che scansiona molto rapidamente i grafici selezionati, in cerca di schemi ripetuti nel tempo. Un aiuto all’analisi tecnica che può rappresentare un ottimo punto di partenza per le proprie analisi.

Il Trading Insider invece è lo strumento che ti permette di valutare le tendenze degli altri investitori. In poche parole, ti dice se su un determinato titolo, gli investitori di GTCM si stanno muovendo Shor o Long.

Il calendario Economico, infine, ti tiene aggiornato su tutte le notizie economiche del momento. È molto utile per gli amanti dell’analisi fondamentale.

5 consigli per iniziare a fare trading

Il trading non è altro che la speculazione sull’andamento di un determinato asset (un’azione, un indice azionario o una coppia di valute) senza tuttavia doverlo acquistare fisicamente.

Quest operazione è resa possibile grazie a società chiamate Broker che mettono a disposizione dei propri clienti una particolare tipologia di contratto, detto CFD (letteralmente: contratto per differenza).

I due termine che non dovete mai dimenticare, e che sono alla base di questo tipo di contrattazione, sono Long e Short. Il primo indica quando stiamo scommettendo in favore di un rialzo del valore di un certo asset; il secondo invece fa riferimento ad un andamento negativo. 

Un terzo elemento da tenere in considerazione è la leva finanziaria. Grazie alla leva finanziaria potrete investire decine di migliaia di euro con un capitale di poche centinaia. 

Per quanto questo sistema possa sembrare uno strumento fantastico per fare tanti soldi in pochissimo tempo, è al tempo stesso pericolosissimo per chi non ne capisce le dinamiche e decide di investire senza un’adeguata formazione.

Per questo motivo vogliamo darvi dieci consigli, utili per chi è alle prime armi e ha deciso di entrare nel mondo degli investimenti in CFD.

Vediamoli insieme.

  1. Lo stop loss: a causa della leva finanziarie potresti perdere tutto il tuo capitale in pochissimo tempo. Per questo motivo esiste lo stop loss. In poche parole, nel momento in cui decidete di investire sull’andamento di un asset avete la possibilità di decidere una perdita massima. Nel caso in cui il mercato non si muova nella direzione sperata al raggiungimento di questa soglia uscirete in automatico dal mercato, salvando il vostro capitale.
  2. Obiettivi chiari e realisti: l’idea di diventare ricchi in pochi giorni è sicuramente un sogno. Quello che dovete fare è definire degli obiettivi ben precisi per la vostra attività di trader e soprattutto realistici. Questo vuol dire che vi dovrete impegnare per ottenere guadagni settimanali, mensili e annuali.
  3. Diversificazione: si sa, nel mondo della finanzia la parola magica è “diversificazione”. Diversificare significa investire in asset anche molto diversi tra loro. In questo modo se qualche investimento dovesse affrontare un periodo negativo inaspettato potrete contare su altre tipologie di mercato più fiorenti. 
  4. La formazione: prima di operare seriamente sui mercati finanziari il nostro consiglio è quello di studiare tanto. In tutti i campi della vita se volete ottenere dei risultati dovete impegnarvi ed esercitarvi. Il trading non fa differenza. 

Il titolo di questo articolo è “5 consigli per iniziare a fare trading”, tuttavia l’elenco è composto solo da quattro punti. Il motivo è che il quinto elemento che vogliamo sottolineare è probabilmente il più importanti di tutti e merita senza dubbio un paragrafo a parte. Il broker.

Purtroppo, in rete esistono decine di broker poco affidabili che non hanno nemmeno la licenza per operare.

Prima di iniziare, fate una ricerca per capire quale piattaforma fa al caso vostro, e solo allora iniziate a investire. A tal proposito noi ci sentiamo di consigliarvi Fxgm, broker affidabile che rispetta tutta la regolamentazione Consob vigente in Italia. 

Se ti interessa leggere recensioni ed opinioni di consigliamo di leggere questi articoli di approfondimento:

FXGM.COM – Interfaccia semplice e veloce per i tuoi investimenti

FXGM: l’evoluzione del trading online anche per inesperti

Fxgm è una piattaforma trading che mette a disposizione dei propri clienti moltissimi strumenti per operare al meglio, compresa un’intera sezione dedicata alla didattica. Fxgm non è una truffa come molti broker che troverete in giro per il web, al contrario è una società all’avanguardia che ti permette di fare trading dal telefono grazie alla “Fxgm app”.